Come Prepararsi per una Partita di Paintball?

Quanti di voi hanno già sentito parlare di Paintball? Questo sport, che nasce negli anni Settanta, sta facendosi sempre più spazio anche in Italia.
Quali sono i passaggi da compiere per chi si accinge a fare una meravigliosa partita di Paintball?

In questo articolo vi elencheremo i dieci passi fondamentali da compiere per attrezzarvi, prepararvi e affrontare il vostro primo scontro di Paintball.
– Acquistare una bombola di anidride carbonica (CO2) da 300 O 600 grammi e assicurarsi che sia piena per almeno la metà prima di presentarsi sul campo da gioco. La bombola è ciò che consente alla palline di fuoriuscire ed essere lanciate a gran velocità. Si consiglia di affidarsi ad un venditore di fiducia, oltre a controllare che quest’ultima abbia il certificato della Comunità Europea che ne garantisce la sicurezza completa.
– Indossare una sciarpa per proteggersi dai “colpi” dei nemici che spesso scelgono gola e collo per neutralizzare l’avversario. Inoltre, è opportuno anche avvalersi di un cappello da indossare al di sotto della mascherina, così da rimanere sempre asciutti dal sudore ed evitare che la mascherina si appanni. In tal modo, non vi saranno tracce di vernice nemmeno nella capigliatura, specie per le donne.
– Recuperare un numero pari ad almeno 800 palline di vernice e inserirle nell’apposita cintura. Basteranno un numero pari a cinque o sei pod colmi di vernice, da non tenere tutti addosso poiché sarebbero molto pesanti. I pod sono delle provette poco costose che servono sia da deposito che da cestino per le munizioni durante l’attività di gioco. Per la vernice che finisce sulla mascherina, si consiglia di avvalersi di una spatolina che li pulisca all’occorrenza e delle salviette lavavetri per pulirle meglio.
– Per affrontare una partita è importante avere cura del marcatore, quindi provvedere ad un’accurata pulizia così da garantire una potenza elevata di tiro. Ugualmente, il fucile dovrà essere stato controllato precedentemente così da assicurarsi che il tiro sia fatto bene e senza alcun difetto. Un fucile difettoso può essere pericoloso sia per il giocatore che attacca che per l’avversario che è colpito
– L’abbigliamento da usare deve prevedere vestiti mimetici, scarponi con ottima suola e una maschera idonea alla misura del proprio volto.
– Prima di andare a giocare, è opportuno dedicarsi ad una seduta di stretching che consenta ai propri muscoli di riscaldarsi senza farsi venire un crampo nel bel mezzo del gioco.
– Avvalersi del cronografo accanto al proprio fucile. Tale strumento consente di controllare la velocità con cui il fucile spara le paintballs di vernice che, laddove fosse troppo forte, potrebbe creare lividi o far del male all’avversario. Tale condizione andrebbe contro le regole dello sport.
– Se non si ha una tuta mimetica, basta recuperare un paio di maglioncini e pantaloni ormai vecchi, anche se macchiati. In ogni caso, la vernice utilizzata nelle paintballs è biodegradabile e lavabile, ma è meglio avvalersi di indumenti che tendenzialmente non si useranno più. In alcuni casi, si usano dei giubbotti da indossare sopra i propri indumenti così che si ottiene una seconda protezione oltre la propria. Le calzature da indossare devono essere ultra comode e devono, inoltre, assicurare la comodità e la mobilità.
– Assicurarsi che non vi sia alcun lembo di pelle scoperto e non perché questa sia tossica, quanto perché l’impatto della pallina sul corpo è doloroso e potrebbe recare arrossamento e lividi vari.
– La strategia da utilizzare non è quella di correre all’impazzata da una parte all’altra del campo, bensì quella di risparmiare le energie e scegliere posti in cui la mira è buona e le spalle sono coperte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *