I tre tipi di fucili da Paintball

Il fucile da Paintball, meglio noto con i termini di pistola o marcatore, è uno strumento che ha la funzione di lanciare capsule piene di vernice. Il marcatore, in genere, per svolgere la sua funzione si avvale dell’anidride carbonica C02 come gas propellente oppure di semplice aria compressa a circa 3000 o 4500 psi, meglio nota dai giocatori di Paintball come HPA, High Pressure Air.
I marcatori hanno la funzione di proiettare le paintballs sul bersaglio ad altissima velocità, lancio che può raggiungere una potenza massima di 7,5 joule. Solo nelle partite a livello amatoriale, tuttavia, il marcatore è tenuto a una potenza che non supera i 2,5 joule. Ricordiamo, infatti, che il marcatore è un attrezzo sportivo, non è per nulla un’arma.

Quali sono i fucili da Paintball attualmente in commercio?
In commercio esistono tipi differenti di marcatori da Paintball, tuttavia è possibile fare una prima distinzione tra marcatori meccanici ed elettronici.

I marcatori meccanici sono più robusti e richiedono una manutenzione sporadica e minore degli altri. Questo tipo di fucili da Paintball sfrutta delle molle o dei sistemi a base meccanica per rilasciare il gas che fa da propellente.
In genere questo tipo di fucili ha una lunghezza media di 50 cm, esso è alto circa 15 cm e pesa poco meno di un Kg. I materiali principalmente utilizzati sono il metallo, che riveste l’ABS e la meccanica. I pallini, in plastica, ceramica o metallici, possono raggiungere una portata di 50 metri grazie alla potenza di almeno 1 joule.

All’atto dell’acquisto, sono compresi anche altri oggetti oltre al marcatore. Tra questi vi sono le cartucce (in numero di 4), un porta cartucce lavorato in tessuto antistrappo, una torcia per utilizzarla in modalità visione notturna, una cinghia per indossarla a tracolla, un piccolo carico che inserisce i pallini più velocemente nelle cartucce, un’asta pulisci canna nel caso si inceppi, n.50 pallini e il libretto con le istruzioni e le specifiche tecniche del fucile. I fucili a molla hanno anche un’impugnatura comoda, ergonomica e antiscivolo, assieme ad un selettore per riporlo in sicura.
I marcatori elettronici, invece, sono più complessi da utilizzare ma assicurano prestazioni di qualità maggiormente elevata. Tali marcatori si avvalgono dell’utilizzo di schede elettroniche che controllano il sistema di rilascio del gas. In genere, un marcatore elettronico è lungo circa 122 cm e alto 16 cm. Tale modello pesa circa 3 chili, pertanto è indicato per i più esperti del settore. Il materiale utilizzato è completamente metallo, mentre i pallini sono di plastica o macchianti. Questi ultimi raggiungono una portata di 50 metri grazie alla potenza di tiro che va almeno oltre il joule.
Un’ulteriore differenziazione può essere compiuta tra fucili da Paintball elettronici: essi possono essere elettronici semplici o elettronici pneumatici. I primi hanno uno switch elettronico che velocizza l’azione manuale del grilletto, tuttavia il sistema di propulsione è sempre di tipo meccanico.

I fucili da Paintball elettronici si avvalgono dell’utilizzo di una batteria. Il fucile elettrico è lungo circa 80 cm e alto 24 cm. Il suo peso varia dai 2 kg ai 2,8 kg. Esso è composto principalmente da metallo, sia per la meccanica sia per l’ABS, ha un calibro di 6 mm e una potenza di 1 joule, la cui portato finale è di 40 metri in media. La confezione con la quale si acquista un fucile elettrico comprende, oltre al fucile stesso, un caricatore da 60 colpi, una batteria ed un caricatore, una serie di slitte regolabili per eventuali accessori, un silenziatore, delle canne intercambiabili, un’impugnatura di tipo secondario, una cinghia per regolare la tracolla, il sistema di caricamento rapido, un’asta per pulire la canna, un numero pari a 100 pallini, il libretto delle istruzioni e della manutenzione.

I fucili elettronici pneumatici, invece, hanno un marcatore che funziona mediante un’elettro-paratoia e un grilletto elettronico. Questo tipo è uno dei più veloci, consuma un quantitativo minore di aria ed è uno dei meno rumorosi.
Affinché vogliate utilizzare qualsiasi tipologia di marcatore, è importante avere un contenitore di aria e un altro contenitore in cui inserire le palline piene di vernice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *